Briciole di pane

Evoluzione dei patois nella Svizzera romanda

Previsioni di vitalità, sistema linguistico e pratiche linguistiche
Direzione del progetto
Durata
01.2022 - 12.2023
Parola chiave
Competenze, Storia, Istituzioni, Politica
Descrizione

Riconosciute nel 2018 come lingue minoritarie dalla Svizzera, ai sensi della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie, francoprovenzale e francoconteese della Svizzera francese, le cui varietà sono designate con il termine patois, sono state finora principalmente oggetto di descrizioni dialettologiche. Attualmente, molte questioni relative all'evoluzione e alle pratiche delle suddette lingue preoccupano sia i parlanti che le autorità pubbliche; esse riguardano il futuro della lingua (conservazione vs scomparsa), la sua evoluzione linguistica contemporanea, o ancora le pratiche reali dei parlanti di patois. Il progetto si propone di studiare l'evoluzione dei patois nella Svizzera romanda, avendo cura di distinguere in modo non binario i profili dei parlanti del patois e soprattutto di distinguere le diverse tipologie di parlanti per i quali il patois non è la prima lingua di socializzazione. Il progetto riunisce:

  1. un'analisi retrospettiva delle previsioni evolutive: basandosi sugli strumenti della storiografia, questa analisi retrospettiva del futuro della lingua dovrebbe consentire di comprendere meglio perché le persone cercano di fare delle previsioni e sulla base di quali criteri, ma anche, alla luce della situazione attuale, come le previsioni falliscono o riescono a catturare le evoluzioni dinamiche della lingua.
  2. un'analisi del recente sviluppo linguistico: questa parte comprenderà un'analisi linguistica del contatto tra patois e francese, ma anche un'analisi della percezione e delle rappresentazioni di questa situazione e della sua evoluzione da parte dei parlanti di patois.
  3. un'analisi dell'evoluzione delle pratiche: utilizzando gli strumenti dell'indagine etnografica, questa sezione cercherà di descrivere e comprendere l'evoluzione degli usi sociali e degli spazi di socializzazione in francoprovenzale e francoconteese in tutti i diversi cantoni romandi dove possono essere attestati. Ciò comporterà l'identificazione dei diversi gruppi che hanno un'attività culturale legata ai patois e una migliore comprensione degli obiettivi che essi perseguono
Finalità - Risultati attesi

Il progetto produrrà conoscenze che consentiranno di valutare meglio le pratiche reali del francoprovenzale e del francoconteese e di comprendere meglio come cambiano nell'attuale contesto francofono. Queste informazioni saranno utili a coloro che sono coinvolti nelle politiche linguistiche, culturali ed educative. Si tratterà anche di inquadrare l'attuale discorso pubblico nella lunga tradizione nazionale di difesa dei patois. Le conclusioni del progetto saranno anche connesse alle relazioni legate alla Carta europea delle lingue regionali e minoritarie, in particolare alla questione se il francoprovenzale e il francoconteese siano delle lingue a pieno titolo o piuttosto dei dialetti del francese.